fbpx
foto nella foto di bicchiere di vino in vigna

Sfida all’ultimo follower, come e quando usare un Reels di Instagram per nutrire la community

Gli Instagram Reels costituiscono l’ultimo trend lanciato sul mercato nel 2020 da Facebook. Nato come risposta alla crescente fama dell’app cinese Tik Tok, lo strumento è stato via via implementato con svariate funzioni sino ad essere, oggi, il format più amato.

Ma cosa lo rende così speciale? Scopriamolo insieme

Prima di tutto cosa sono i Reels?
I Reels sono video da pochi secondi ad un minuto, contraddistinti da creatività ed immediatezza che possano intrattenere, ispirare o educare. Vengono realizzati utilizzando anche contenuti testuali, audio, transizioni o altri effetti.
Questo formato è particolarmente amato dagli utenti e Instagram lo valorizza favorendo un’ampia visualizzazione, a patto che si creino contenuti di qualità.

Perchè usare i Reels?
Il vantaggio è quello di raggiungere nuove persone e fidelizzare la propria community attraverso un contenuto divertente, fresco e creativo. Se utilizzato bene è una vera e propria opportunità per aumentare il traffico organico del proprio profilo.

I Reels rappresentano lo strumento ideale per coinvolgere follower e clienti promuovendo il proprio prodotto o servizio attraverso un contenuto dinamico e d’impatto.
Ma la qualità dei contenuti non è tutto, è altrettanto importante essere consapevoli dei valori che vogliamo trasmettere.

I valori aziendali devono essere il cuore di ogni nuovo contenuto, e sarà la loro condivisione con la community che determinerà il successo della nostra comunicazione.

Se vi state chiedendo come fare un Reels efficace, ecco alcune suggerimenti:

  • occhio al formato! Il video deve necessariamente essere in verticale (formato 9:16) per sfruttare al massimo lo strumento;
  • a seconda di ciò che volete comunicare può essere utile inserire testi, filtri o effetti;
  • la musica è fondamentale, utilizzate quella nella libreria musicale di Instagram. Che siano audio originali o l’audio creati da altri utenti, scegliete quello più adatto al vostro messaggio ma non disdegnare quelli di tendenza. La musica di tendenza può dare una marcia in più al vostro contenuto. Doppio suggerimento: ogni volta che individuate un audio che vi piace e/o di tendenza, salvatelo e ve lo ritroverete nella libreria Instagram all’occorrenza;
  • non fate a meno delle transizioni, capaci di catturare l’attenzione e rendere il contenuto più dinamico;
  • siate costanti nella periodicità di condivisione e nello stile adottato;
  • utilizzate il testo alternativo: originariamente nato per aiutare gli ipovedenti, oggi è un efficace strumento che agevola la distribuzione dei contenuti ad opera dell’algoritmo attraverso una descrizione breve e chiara del contenuto;
  • utilizza hashtag tematici e in target ben selezionati.

E adesso le regole auree su cosa NON fare:

  • non girate video in bassa risoluzione, sfocati o con cornici attorno, verrebbero penalizzati da Instagram;
  • non coprite la maggior parte del video o foto con contenuti testuali;
  • non inserite il testo troppo vicino ai bordi, sarà di difficile lettura;
  • non infrangete le regole della community di Instagram.

Vi è stata utile questa breve guida?
Se sapete già cosa fare, buttatevi! Se no scriveteci per una consulenza in Social Media Marketing.

Scoprite i nostri servizi https://www.cruvision.it/comunicazione/